VIDEO INFORMATIVI

Loading...

SICUREZZA CIVILE COMO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE VIGILANZA PRIVATA E SERVIZI FIDUCIARI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE VIGILANZA PRIVATA E SERVIZI FIDUCIARI
SEGRETERIA NAZIONALE

lunedì 13 gennaio 2014

Assalto col kalashnikov a portavalori: un foglietto incastra due banditi Il bottino è svanito nel nulla

 

 

 

Avevano fatto parte della banda armata che il 7 aprile scorso aveva assaltato un furgone portavalori della Battistolli, sull’autostrada A9 Milano-Chiasso. Un colpo il cui bottino era stato stimato in una decina di milioni di euro, per il quale sono finite ora in carcere due persone

Turate (Como) 13 gennaio 2014 – Avevano fatto parte della banda armata che il 7 aprile scorso aveva assaltato un furgone portavalori della Battistolli, sull’autostrada A9 Milano-Chiasso. Un colpo il cui bottino era stato stimato in una decina di milioni di euro, per il quale sono finite ora in carcere due persone. Gli arresti, esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelale chiesta dal sostituto procuratore di Como Antonio Nalesso, sono stati portati a termine sabato mattina all’alba, rispettivamente a Milano e in provincia di Bari. Si tratterebbe, almeno in un caso, di esecutori materiali del colpo: uno degli arrestati sarebbe infatti uno dei rapinatori che quel lunedì mattina, pochi attimi prima delle 7, aveva bloccato due blindati della ditta di autotrasporti Battistolli, partiti da Paderno Dugnano e diretti in Svizzera con un carico di lingotti d’oro e denaro contante.
Un commando che aveva agito in sincronia perfetta all’altezza dello svincolo di Turate, provincia di Como per pochissimi metri. Quattro auto avevano affiancato i due furgoni qualche chilometro prima, fino a bloccarli esplodendo raffiche di mitra. Sul campo c’erano almeno dieci uomini, armi automatiche con cui avevano esploso raffiche sul parabrezza del furgone che trasportava il carico principale, e cappuccio sui volti. Nel frattempo due camion dati alle fiamme bloccavano l’autostrada nelle due direzioni, e altri uomini distribuivano sull’asfalto chiodi a tre punte per bloccare il traffico durante i dieci minuti della rapina. Un’azione sincronica e articolata, frutto anche di una preparazione attenta e studiata nei minimi dettagli, comprese le vie di fuga.
Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile di Como, erano partite da una serie di considerazioni sulle modalità di quel colpo, subito ricondotte ad altri episodi simili e soprattutto alle bande armate specializzate in assalti di questo genere. Rapinatori italiani, provenienti dalla Puglia e capaci di muoversi in tutta Italia grazie a basisti. A dare una direzione precisa alle indagini era stato un biglietto trovato dagli inquirenti in un capannone nel quale erano stati nascosti i mezzi rubati in attesa di realizzare la rapina. Seguendo tracce e passaggi lasciati dai banditi nelle immagini delle telecamere attorno quel tratto autostradale, gli investigatori avevano individuato un capannone, e all’interno un biglietto con un numero di telefono, diventato un prezioso punto di partenza. Ora le indagini sono arrivate a individuare questi due uomini, ritenuti parti attive nel colpo, anche con ruoli differenti.  ilgiorno.it

giovedì 26 dicembre 2013

La Segreteria UGL Sicurezza Civile augura a Voi e alle vostre famiglie un Buon Anno 2014. AUGURI !!!!!


Nell'inoltrarvi i saluti di fine anno dal Segretario Generale Domenico Marangio, voglio anch'io, a nome della Segreteria  UGL Sicurezza Civile, formulare a voi e alle vostre famiglie gli Auguri di Buone Feste e Buon 2014.
Avremo occasioni più appropriate per tracciare un bilancio di questo complicatissimo 2013, così profondamente segnato dalla crisi economica, dall'azione regressiva del Governo, dalle divisioni sindacali.
Abbiamo attraversato e dovremo affrontare momenti difficili, ma sono convinto che il nostro impegno, la nostra capacità di tenere in campo le proposte giuste e la mobilitazione, ci consentano di guardare con fiducia alla prospettiva.
Difendere il lavoro e i diritti è parte essenziale della nostra idea di società. La conquista di un'alternativa sociale non può che partire da questo.
E' ciò che ci chiedono i lavoratori colleghi, ma anche i giovani, che vivono con grande inquietudine la propria prospettiva di vita.
A tutti loro, ai tanti e alle tante che ci sostengono va il nostro pensiero più importante.
Perciò, rimbocchiamoci le maniche e affrontiamo con fiducia questo 2014. Ancora Auguri !!!.

Il Segretario Regg. Torboli Enrico



mercoledì 18 dicembre 2013

AUGURI DI BUONE FESTE 2013


                                                                                                                                                                      


La Segreteria ed il Consiglio Direttivo UGL COMO  sono lieti di porgere a Colleghi ed Amici i più sinceri Auguri di Buon Natale  e Felice Anno Nuovo, accompagnati da quel pizzico di fortuna per poter realizzare un futuro a misura dei propri desideri.

sabato 16 novembre 2013

Gianni De Martini "Ringrazia"






Ringrazio tutti coloro che, col voto datomi, rinnovano la fiducia nella mia persona in primis nel sindacalista poi. Credo e spero che questo mandato, con i nuovi colleghi, ci sproni e possa portare benefici ai lavoratori innanzi tutto, lasciando ad altri, piccoli orticelli senza frutti che presto esauriranno anche quel poco che resta.
Grazie ancora.
Gianni De Martini

"Un riconoscimento che ci impegna ad andare avanti, a non mollare, rappresentare e tutelare il lavoro, rivendicare il diritto al contratto dei lavoratori, valorizzare il ruolo e le prerogative delle RSU.

Una diversa politica è possibile, più attenta ai temi del lavoro, che valorizzi le professionalità, che valorizzi istruzione, formazione e ricerca come motori di sviluppo".

LA SEGRETERIA PROVINCIALE

mercoledì 6 novembre 2013

ELENCO CANDIDATI RSU VIGILANZA VEDETTA 2


ELEZIONI RSU VIGILANZA VEDETTA 2 13.11.13
                                           i nostri candidati:



1) De Martini Gianni 
2) Paglia Massimo
3) Marchetto Donatella
  
“ NOI SIAMO PER…

Il rinnovo delle RSU/RSL è un avvenimento importante per i lavoratori. La Posizione

dell’UGL SICUREZZA CIVILE è stata chiara da sempre:

- Maggiori risorse per RSU e RLS.

- Ruolo e livello di rappresentanza coincidenti con il livello contrattuale.

L’attuale situazione sindacale non facilita la realizzazione di questi obiettivi, ma siamo convinti che i lavoratori abbiano il diritto di eleggere i propri rappresentanti, dando forza all’ UGL SICUREZZA CIVILE per impedire la disgregazione e l’isolamento dei lavoratori.

Votare UGL SICUREZZA CIVILE significa:

- incalzare l’azienda, impedire di sottrarsi al confronto e evitare danni ai lavoratori;

- impedire che passi il modello contrattuale delle Associazioni Datoriali della Vigilanza Privata, perché programma la riduzione dei salari e impedisce il rilancio della contrattazione e del ruolo delle RSU/RSL.

La nostra iniziativa in questi mesi ha prioritariamente tutelato il lavoro e i lavoratori attraverso :



-la Sicurezza siamo e saremo impegnati con i nostri RSU/RLS su tutte le questioni aperte e importanti come quella delle zone notturne, degli automezzi in dotazione, il risconoscimento del rischio trasporto valori e non ultimo il problema dello stress e la sicurezza che tutte le guardie subiscono.

Questi i nostri propositi per la difesa dei diritti di tutti i lavoratori, l’impegno di un sindacato che non si configura come un’organizzazione corporativa o consociativa, interessato solo a far tessere e a creare un consenso basato sul vantaggio individuale.

Per questo il tuo voto all’ UGL SICUREZZA CIVILE ci consentirà di raggiungere i seguenti obiettivi:

- di rimettere in piedi un orgoglioso attivismo sindacale in tutti i settori.

- di incidere sulla vita quotidiana in Azienda attraverso una rinnovata presenza sindacale,forte e diffusa, che metta a disposizione dei lavoratori gli strumenti per la tutela dei diritti e delle loro esigenze;

- di presentare e affermare nomi, volti e storie di lavoratrici e lavoratori che hanno la personalità e l’onestà, la determinazione e la passione per rappresentare istanze e bisogni collettivi all’insegna della trasparenza e del rispetto del lavoro e dei diritti, nella consapevolezza dei doveri, a sostegno della solidarietà e contro gli egoismi imperanti.



- Per questo caro lavoratore e cara lavoratrice non affidarti a chi promette di risolverti un“fastidio” , ma fidati di chi ti vuol coinvolgere e impegnare mettendoti al centro della sua iniziativa sindacale.



DIFENDI I TUOI DIRITTI

VOTA UGL SICUREZZA CIVILE

Visualizzazioni totali